PAVLOVA ALLA CANNELLA CON SCIROPPO D’ACERO E PRALINATO ALLE NOCCIOLE

La meringa  è senza dubbio tra i dolci preferiti in famiglia e quando Ketty riesce a prepararne la versione “mignon” ( se volete qui la ricetta) riutilizzando gli albumi che restano dalle sue preparazioni, è sempre gran festa!! Nonostante ciò non mi ero mai cimentata nella realizzazione di una Pavlova! Anzi, a dir la verità, non mi era mai venuta in mente considerando l’impresa quasi impossibile.

Poi è arrivata  l’occasione di conoscere il gruppo di re-cake 2.0, unita alla necessità e voglia di ricominciare con il mio “blogghino” e così… eccomi qui.

Questa è una versione lussuriosa, golosa, elegante ma anche originale e fresca della classica Pavlova, ma soprattutto alla portata di tutti anche perchè le indicazioni delle bravissime amministratrici del gruppo sono perfette!! Se si seguono, vedrete che la riuscita sarà assicurata!

Questo dolce è perfetto per un’occasione speciale e non lasciatevi intimorire dall’idea che sia un dolce troppo…dolce!

Potete naturalmente variare  i sapori a vostro piacimento ma il mio consiglio è di provare per prima questi.

L’equilibrio del gusto dato dalla presenza di  connubbi originali di aromi, sapori e consistenze è perfetto!!

 

 

Ingredienti:

  • Gli albumi di 6 uova grandi – a temperatura ambiente
    300 g di zucchero semolato
    1 cucchiaino di cannella
    1 cucchiaio di amido di mais
    2 pesche ( io ho utilizzato ciliegie, unico cambiamento dalla ricetta originale)
    6 albicocche
    125 g di mirtilli
    Sciroppo di acero
  • Per il pralinato di nocciole:
    100 g di nocciole
    150 g di zucchero
  • Per farcire:
    700 ml di panna fresca
    1 cucchiaio di zucchero a velo

Procedimento:

• Preriscaldate il forno a 140°C, 120°C se ventilato. Disegnate tre cerchi da 20 cm su 3 fogli di carta forno (potete usare uno stampo o un anello, per farlo) e distribuiteli su due/ tre teglie ( dipende dal vostro forno) con la parte disegnata sotto.
• Per le meringhe, mettete gli albumi in una ciotola capiente e montateli a neve. Iniziate ad aggiungere lo zucchero a cucchiaiate, continuando a montare. Aggiungete anche la cannella. Alla fine, unite l’amido. Continuate a montare gli albumi fino a formare il classico becco e finché la meringa sarà bella lucida.
• Suddividete la meringa sui tre fogli di carta forno (mettete una punta di meringa tra la teglia e la carta forno per non farla spostare), quindi distribuite la meringa restando entro la circonferenza disegnata in precedenza. Cuocete le meringhe per un’ora circa ( ognuno conosce il proprio forno) quindi spegnete il forno e lasciatela raffreddare completamente (meglio se per tutta la notte) con lo sportello semi aperto.
• Tagliate un foglio piccolo di carta forno. Per il pralinato di nocciole mettete lo zucchero in una padella o casseruola antiaderente piccola e ponetela su fuoco basso. Una volta che metà dello zucchero si sarà disciolto, mescolate delicatamente e fate sciogliere completamente anche il resto, fino a ottenere un caramello ambrato. Unite le nocciole, mescolate, quindi versate il croccante sulla carta forno e fate raffreddare e indurire. Una volta ben freddo, riducetelo con il coltello in piccoli frammenti.
• Montate la panna con lo zucchero a velo. Assemblate la pavlova mettendo uno dei dischi su una alzatina con la parte piatta verso il basso. Ricoprite con un terzo della panna. Ripetete la stessa operazione con gli altri due dischi di meringa e il resto della panna.
• Tagliate le pesche e le albicocche a quarti. Riunitele in una ciotola con i mirtilli e qualche cucchiaio di sciroppo d’acero.
• Completate distribuendo parte della frutta sull’ultimo strato di panna, aggiungete una manciata di pralinato di nocciole e altro sciroppo d’acero. Servite il resto della frutta a parte.

Note: Il punto più difficile è sicuramente la cottura della meringa. E’ indispensabile conoscere le prestazioni del proprio forno per adattarle alle esigenze delle meringhe. Ma non dimenticate di consultare le pagine delle admin per avere ulteriori spiegazioni.

A noi è stra-piaciuta!!

Grazie alle amministratrici del gruppo  RE-CAKE 2.0 per l’occasione che mi hanno dato!

Lulù e Vale...Ketty fa la timida

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2020 - Tutti i diritti sono riservati