LASAGNA NAPOLETANA

 

Diciamo la verità, in fondo è sempre tempo di lasagna.

Ma è anche vero che adesso lo è un pò di più.

Eh si !  Nel periodo di Carnevale a Napoli  non c’è  famiglia che non si cimenti nella preparazione della lasagna e naturalmente ogni famiglia ritiene di preparare la versione originale, tramandata da generazioni , quella della tradizione classica.

Sfoglia all’uovo o  classica, bordi lisci o ricci, polpettine o macinato, salsicce o cervellatine…..si potrebbe non finire mai..ma la conclusione è spesso la stessa: la propria è sempre migliore di quella del vicino!

Non ho la presunzione di dire che la mia versione è migliore o peggiore di altre, posso dire, però, che dopo ripetute prove con qualche modifica in corsa, questa è la versione che assolutamente soddisfa il nostro gusto , la nostra vista e anche i nostri ospiti!!

La mia ricetta prende spunto ed assembla dosi, preparazioni ed accorgimenti tra la ricetta di casa e quella di Jeanna Carole Francesconi dal suo libro ” La cucina napoletana”.

INGREDIENTI

Ho utilizzato un pirex ovale di cm 27×40 circa ( grande)

Per 6 persone ( porzioni abbondanti).

Per il ragù

800gr. circa di carne mista tra gallinella di maiale, costine di maiale(tracchia), muscolo di vitello

100 gr. di strutto ( si può omettere)

100gr di pancetta

150 gr. di cipolla

50 dl di olio

200gr. circa di concentrato di pomodoro

2 bottiglie di passata di pomodoro

Per le polpettine:

200gr di carne macinata

80 gr. di pane comune asciutto

1 uovo

1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

sale

olio per friggere

Per il ripieno:

500gr. di ricotta

250gr. di fiordilatte

300gr di cervellatine o salsicce

150 gr. di parmigiano grattugiato

500 gr. di sfoglia di lasagna ( io ho utilizzato la Garofalo di semola di grano duro)

                                                                                                           PREPARAZIONE

Il giorno precedente la cottura della lasagna cominciate a preparare i vari componenti, primo fra tutti  il ragù.

Con gli ingredienti elencati sopra formate delle piccole polpettine( poco più di una nocciola) e friggetele in olio caldo.

Cuocete le cervellatine e tagliatele a tocchetti.

Pronti tutti gli ingredienti passate  ” all’attacco” !!

 

Mettere le cervellatine e le polpettine con un pò di ragù in un pentolino ed dare loro un breve bollo.

Mettete la ricotta in una terrina, schiacciatela con una forchetta aggiungendo una alla volta qualche cucchiaiata di salsa fino ad ottenere una crema densa ed omogenea.

Tagliate il fiordilatte a tocchetti.

Fate scottare le lasagne(2’/3′) in acqua bollente con un cucchiaio di olio e scolatele  disponendole su un canovaccio bagnato, distese e separate. ( io preferisco fare questa operazione con poche sfoglie per volta).

Versate nel contenitore scelto ( io un pyrex ovale) qualche cucchiaio di salsa e fate un primo strato di lasagne mettenndole una per una leggermente accavallate.

Io uso farle sporgere leggermente per creare un ‘effetto scatola.

Mettete poi una strato di ricotta spalmato uniformemente, parmigiano,fiordilatte, polpettine e cervellatine e versarvi un ramaiolo di ragù.

Ricoprire con altre lasagne e replicare il primo strato di imbottitura, terminando con uno strato di lasagne cosparso di parmigiano ed abbondande ragù , curando che arrivi ovunque.

Ricoprire con altre lasagne e replicare il primo strato di imbottitura, terminando con uno strato di lasagne cosparso di parmigiano ed abbondante ragù , curando che arrivi ovunque.

Mettere a stufare in forno moderato (180°) per ameno 30′ , comunque finchè non formi una crosticina un pò ..bruciacchiata.

Far posare per almeno 15′  prima di servire per dar modo a tutti i sapori di amalgamarsi.

Un pò elaborato, ma vi assicuro che ne vale la pena!

Se non potete procurarvi lasagne di pasta secca potete supplire con pasta all’uovo , meglio se fatta in casa.

Importante che la sfoglia sia dura e piuttosto spessa  perchè in cottura resti callosa e consistente…è  pur sempre una lasagna napoletana!!A noi è piaciuta…molto.

Lulù e Vale...Ketty fa la timida

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2020 - Tutti i diritti sono riservati