SFORMATO DI RISO FREDDO AL PESTO DI RUCOLA E GAMBERI

2015-07-02 18.47.51

Ketty, la mia piccola non più tanto piccola( 16 anni…) mi ha regalato un bellissimo piatto, grafito (io avrei detto inciso)  e dipinto a mano.

Frutto della sua frequentazione quest’anno di un corso di ceramica.

Lo stava preparando da tempo; per un lavoro cosi ci vuole pazienza ed attesa insieme ad un pizzico di fortuna che impedisca alle preparazioni di rompersi in cottura o di mostrare alla fine imperfezioni impreviste.

L’idea tenerissima era di fare un piatto dedicato al blog e che potesse, in qualche modo, autenticare le foto dei piatti .

Secondo me il risultato è stato eccellente.

DSC_0802

Ci voleva una preparazione che desse giusto risalto al piatto!

Ho rispolverato uno sformato di riso che, diversi anni fa mi suggerì una giovane collega di scuola, in occasione proprio di una simpatica cena di saluto tra…colleghe di scuola!

Ecco come ho preparato questo piatto un pò “vintage”ma cosi semplice da preparare che vi conquisterà .

Riso condito con il pesto di rugola accompagnato da gamberi in salsa cocktail.

Ho reso più attuale e leggera la preparazione utilizzando una finta maionese senza uova.

2015-07-02 18.47.14

INGREDIENTI

per una forma di circa 18 cm di diametro.

1/2 kg di riso per insalate ( comunque qualunque riso che renda bene bollito, arborio, carnaroli, ribe..)

2 fascetti di rugola fresca(la preferisco a quella delle buste)

1 kg di gamberi freschi( ma anche congelati di buona qualità, da evitare quelli in busta già sgusciati)

sale

olio evo

erba cipollina ( qualche filo)

Per la salsa cocktail : ketchup ( preparato in casa o comprato industriale) e salsa worchester

per la finta maionese:

latte di soia 50 ml

olio di semi di girasole 100 ml

sale 1 pizzico

aceto o limone 1 cucchiaio

PROCEDIMENTO

Lessare il riso in abbondante acqua salata per il tempo consigliato sulla confezione.

Nel frattempo sgusciare i gamberi e passarli per pochissimi minuti in poca acqua bollente e leggermente salata. Scolarli dall’acqua e metterli da parte.

Con le foglie di rugola, olio, sale e, se vi piace, parmigiano e qualche pinolo ottenere un pesto dalla consistenza piuttosto fluida, aiutandovi con un mixer.

Con il pesto condire il riso lessato.

Versare il riso in una forma antiaderente con il buco al centro e pigiare con attenzione per far si che si riempia tutti gli spazi del contenitore.. Conservare in frigo.

2015-07-02 18.36.43

Preparare la maionese.

Versare l’olio di semi di girasole, il sale, il succo del limone e il latte in un contenitore stretto e con i bordi alti.

Azionare il mixer ad immersione e far frullare per mezzo minuto  finchè il composto non si sia addensato e sia diventato  omogeneo e morbido con una consistenza identica a quella della maionese classica.

Trasferire la maionese senza uova in una ciotola mescolarla con il ketchup e qualche goccia di worchester in quantità a piacere. Dovrà venir fuori una salsina rosata dal gusto leggermente agrodolce. Solo l’assaggio vi consentirà di renderla perfetta al vostro gusto!!

Condire con questa salsa i gamberi lasciandone da parte qualcuno per la decorazione.

Coprire con una pellicola trasparente e riporla nel frigorifero  almeno una mezz’ora prima di assaporarla: in questo modo diventerà un più densa, vellutata e saporita.

Sformare il riso sul piatto di portata ( non preoccupatevi, riuscirà perfettamente se avrete ben pressato il riso)  posizionare al centro dello stampo i gamberi conditi con la salsa,decorare con i gamberi messi precedentemente  da parte e con l’erba cipollina tritata fine.

Buon appetito.2015-07-02 18.47.51

2015-07-02 18.48.38

A noi è piaciuto.

N.B. Al pesto di rugola si può aggiungere,per avere un gusto più deciso, del parmigiano e dei pinoli.

Per la salsa si può tranquillamente utilizzare della maionese in barattolo. Il gusto sarà meno delicato ma ugualmente buonissimo ( qui lo dico e qui lo nego :).

La finta maionese è una ricetta perfetta per i vegani o gli intolleranti al lattosio e alle uova.

 

 

 

Lulù e Vale...Ketty fa la timida

2 Comments

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code

Copyright © 2020 - Tutti i diritti sono riservati